Connessione e installazione

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

L’installazione e il montaggio del quadro elettrico è un lavoro difficile che richiede una sequenza chiara, in cui ogni azione è importante e non tollera l’abbandono.

Le principali qualità del dispositivo sono la sicurezza e la facilità d’uso.

Scopo del quadro elettrico:

  • misurazione del consumo di elettricità;
  • gestione della catena;
  • protezione da sovraccarico del circuito.

È possibile installare un quadro elettrico in una casa, un appartamento o un cottage da soli, ma per questo è necessario avere le conoscenze di base e le competenze di un elettricista.

Progetto quadro elettrico ↑

Una persona lontana dall’elettricità, è meglio iniziare a progettare un quadro elettrico quando il cablaggio è completamente pronto e i fili sono collegati al posto del futuro quadro elettrico. Per prima cosa devi redigere i disegni per il lavoro e selezionare i componenti appropriati.

Calcolo del consumatore ↑

Viene compilato un elenco completo di consumatori. Per fare ciò, non è necessario prendere in considerazione dispositivi come una ventola o una lampada da tavolo, ma registrare e numerare ogni filo portato allo scudo. Le prese devono essere registrate separatamente, l’illuminazione – separatamente. I dispositivi ad alta potenza (caldaie, lavatrici, condizionatori d’aria, stufe elettriche) richiedono la protezione del cablaggio dal sovraccarico, quindi sono collegati non attraverso scatole di derivazione, ma direttamente allo schermo.

L’elenco dei consumatori per un trilocale di solito è simile al seguente:

  • prese:
  1. Camera da letto;
  2. soggiorno;
  3. per bambini;
  4. cucina;
  5. un bagno;
  6. corridoio e corridoio.
  • Rondella;
  • caldaia;
  • aria condizionata;
  • stufa elettrica;
  • illuminazione:
  1. Camera da letto;
  2. soggiorno;
  3. per bambini;
  4. cucina, bagno;
  5. corridoio, corridoio.

Tutti i consumatori sono divisi in gruppi (catene) in base al consumo di energia: prese per elettrodomestici in una stanza come ferro, applique, televisione e altri possono essere combinate in un gruppo (prese in una stanza – un gruppo, in un altro – un altro), illuminazione – accanto, anche per stanza. Ogni gruppo ha il proprio interruttore (o semplicemente automatico) sul cruscotto e per i dispositivi ad alta potenza – lavatrice, caldaia, fornello elettrico, condizionatore – il suo è assegnato separatamente per ciascuno. I distributori automatici possono anche essere chiamati micce o buste..

Importante! Il collegamento di dispositivi a basso consumo (TV, telefono, Internet, sicurezza) viene effettuato in una scatola separata!

Successivamente, l’elenco viene convertito in una tabella, in cui vengono immessi i valori delle macchine e degli interruttori differenziali.

Diagramma schematico del quadro elettrico ↑

Il quadro elettrico è un contenitore – una scatola di metallo o di plastica – con moduli all’interno. Modulo: un componente che occupa un’installazione «un posto» (all’interno di una guida DIN). Alcuni dispositivi potrebbero richiedere due o anche tre «posti».

Per chiarezza, è necessario creare uno schema in base al quale lo scudo verrà assemblato..

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Esempi di circuiti di schermatura 220 V:

  • macchina introduttiva;
  • contatore elettrico;
  • RCD (dispositivo a corrente residua);
  • bus di terra;
  • «zero» lo pneumatico;
  • prese per dispositivi da 25 A ad alta potenza;
  • gruppo di prese automatiche per elettrodomestici di bassa e media potenza a 25 A;
  • illuminazione automatica 16 A;
  • L è la fase;
  • N è zero;
  • PE – messa a terra.

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Ogni casa o appartamento avrà il proprio schema secondo le preferenze dei proprietari..

Selezione dei componenti ↑

alloggiamento

In base alla posizione sulla parete, il quadro elettrico può essere di due tipi:

  • interno – incassato nel muro, leggermente sporgente;
  • esterno: la custodia non è incassata, ma semplicemente montata sulla parete.

Se il cablaggio in casa è nascosto all’interno delle pareti, lo schermo interno è più adatto. Occupa meno spazio e non è particolarmente sorprendente, poiché sporge minimamente dal muro. Per installare un tale scudo, devi prima preparare una nicchia nel muro per esso. Lo spessore della parete dovrebbe essere adatto.

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Se il cablaggio supera le pareti, è adatto uno schermo esterno, che non richiede una preparazione preliminare del luogo. È sufficiente fissare la custodia al muro con viti autofilettanti o chiodi tasselli.

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Un quadro elettrico esterno può essere installato sia all’interno della casa che nel cortile su un palo.

È meglio scegliere il caso di comprovate aziende europee con pareti rimovibili. È consigliabile che le guide DIN possano anche essere facilmente rimosse o tirate indietro. Non prendere custodie francamente economiche: sono realizzate in plastica di bassa qualità, che si asciuga rapidamente e diventa fragile, non si autoestinguente e fuma molto quando viene infiammata. Buoni casi sono già pronti per il cablaggio interno, mentre quelli economici dovranno essere a corto di personale.

Importante! È meglio se ci sono posti vuoti nello scudo che non ce ne sono abbastanza, quindi dovresti acquistare un caso con un certo margine di luoghi di installazione.

Dispositivi modulari

Dopo aver installato la custodia, è necessario prelevare macchine, RCD, difavtomaty (macchina e RCD in uno), contatore, contattori e altri dispositivi. È inoltre possibile installare ulteriori prese modulari, bus, alimentatori, dispositivi di controllo su guide DIN.

Quando si selezionano i moduli, è necessario considerare i seguenti parametri:

  • corrente nominale
  • velocità delle macchine automatiche;
  • corrente di spegnimento di macchine, difavtomatov, RCD;
  • frequenza operativa consentita per i contattori.

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Le macchine automatiche sono selezionate separatamente per ciascun circuito in modo che il sistema sia bilanciato. Quindi, se si seleziona un interruttore 6-10 A per dispositivi ad alta potenza, quest’ultimo si spegnerà automaticamente, impedendo il funzionamento dell’apparecchiatura e, al contrario, un interruttore eccessivamente potente installato per un consumatore a bassa potenza non proteggerà il cablaggio da sovraccarico. Per l’illuminazione, vengono utilizzate macchine automatiche per 6-10 A, normali prese domestiche, caldaie, condizionatori d’aria, lavatrici – 16 A, stufe elettriche – 20-25 A. È necessaria una macchina di apertura per 32-60 A, a seconda della forza corrente totale di tutti i consumatori dell’oggetto.

In caso di sovracorrente, i circuiti devono essere spenti indipendentemente l’uno dall’altro, preferibilmente in fila «da valle a monte», che consente di non disconnettere l’intera casa in caso di malfunzionamenti ed è più facile rilevarli. Pertanto, le macchine sono dotate «ambientazione» in base al tempo di risposta: prima a valle (0,1 s) viene disattivata, quindi a monte (0,5 s).

Un RCD adatto è uno la cui corrente nominale è superiore alla corrente totale delle macchine ad essa subordinate. Quindi, al salto, le macchine saranno le prime a spegnersi, prevenendo danni all’RCD. Per una macchina da 16 A, è impostato un RCD da 20-25 A, una stufa automatica da 25 A richiede un RCD da 40 A.

Un elemento integrante del sistema sono bus zero e terra – strisce di rame con fori in cui i fili sono inseriti e bloccati con un bullone. La barra è posizionata su un isolante dielettrico, che è montato su una guida DIN.

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Assemblaggio e collegamento

Il montaggio e il collegamento del quadro elettrico richiedono il rigoroso rispetto delle precauzioni di sicurezza! I moduli nella custodia del pannello devono essere posizionati secondo il layout.

Ordine di esecuzione del lavoro:

  • Sono installate guide DIN da 35 mm per contatore, macchine automatiche, bus zero e messa a terra;
  • sono installate macchine automatiche, RCD e due bus, a cui sono collegati i fili zero e di terra. Il lead-in machine, a cui viene fornito il cavo di alimentazione dell’intero sistema, viene necessariamente installato per primo nell’angolo in alto a sinistra della custodia. Per comodità, è meglio condurre il cavo verso la macchina dall’alto. Le rimanenti aperture in eccesso per l’alimentazione del filo sono chiuse con tappi;
  • una macchina introduttiva è collegata, a seconda del suo tipo:
  • fase e zero sono collegati al bipolare;
  • a unipolare – solo fase;
  • nei quadri a 380 V, tre fasi sono collegate all’interruttore automatico di ingresso.
  • È meglio collegare le fasi alla macchina dal basso per la comodità di installare i ponticelli tra le macchine dall’alto;
  • tutte le macchine e gli interruttori differenziali con speciali sbarre di rame in isolamento o cavi ordinari di sezione sufficiente. Il filo zero blu dal cavo di ingresso si collega direttamente al bus zero. Collegando un RCD e una macchina differenziale, è necessario collegare zero al bus da ciascuno separatamente;
  • per separare e collegare i cavi alle macchine secondo lo schema elaborato. I fili zero sono indicati in blu, i fili di fase sono rossi, i fili di terra sono neri e gialli.

Le case e gli uffici privati ​​sono spesso dotati di pannelli elettrici da 380 V. Un cavo a 4 o 5 conduttori è collegato a tale pannello: due o tre fasi, zero e terra.

Lo schema circuitale dello schermo da 380 V sarà il seguente:

Montaggio e installazione di un quadro elettrico in una casa, appartamento, in una casa di campagna

Tre fasi sono collegate alla macchina di input, dopo di che vanno al contatore. Quindi le fasi passano a una macchina comune, dopo di che il cablaggio viene suddiviso in linee monofase per dispositivi a 220 volt e trifase per apparecchiature a 380 V. La tensione tra le diverse fasi è sempre di 380 V e tra zero e qualsiasi fase – 220 V.

È sempre necessario fornire zero e fase, 220 V alle prese domestiche. Se vengono applicate due fasi, 380 V, l’apparecchiatura si guasterà rapidamente.

Il filo di terra passa sempre le macchine e il bus di terra alle prese. Anche la messa a terra dal cavo di ingresso va direttamente al bus. Zero è collegato direttamente dal suo bus se le prese sono collegate tramite normali macchine. Se sono collegati tramite un RCD o un difavtomat, lo zero passa attraverso di essi.

Alla fine del lavoro, lo scudo si chiude e viene applicata tensione..

Importante! Tutto il lavoro viene eseguito solo con la tensione scollegata sulla linea! Il processo è piuttosto complesso e richiede determinate conoscenze e abilità. Coloro che hanno dubbi dovrebbero rivolgersi agli specialisti.

Guarda il video sull’argomento:

logo

Leave a Comment