Cablaggio

Schema elettrico nel garage

Spesso, un garage viene utilizzato non solo come luogo per la manutenzione di un’auto, ma anche come officina, locale tecnico, magazzino di pezzi di ricambio e strumenti. Per lavorare comodamente, è necessario uno schema elettrico ben ponderato nel garage in grado di soddisfare le esigenze del master. Di norma, prevede l’installazione di numerosi dispositivi di illuminazione, nonché prese progettate per il collegamento di apparecchiature elettriche. Pertanto, il cablaggio fai-da-te in garage con le tue mani non è un compito difficile, è importante solo garantire la migliore qualità di fili e accessori di fissaggio.

Schema elettrico nel garage

Caratteristiche di installazione del cablaggio nel garage ↑

I criteri principali per il cablaggio della rete in qualsiasi locale tecnico sono la sicurezza e la funzionalità. Allo stesso tempo, sebbene l’estetica vada in secondo piano, è preferibile nascondere il cablaggio: quindi i cavi saranno protetti in modo affidabile da influenze esterne. In alcuni casi, questa opzione è difficile, ad esempio, se le pareti della struttura sono realizzate in lamiera e non è possibile eseguire i flash. In questo caso, si consiglia di eseguire i collegamenti elettrici nel garage con l’uso di scatole di metallo, tubi corrugati, tubi flessibili.

Attenzione! Dotare la stanza di accessori elettrici con un alto grado di protezione da umidità e polvere. È meglio acquistare interruttori e prese IP44. I cavi devono essere ben isolati.

All’ingresso del centralino è montato un dispositivo di messa a terra. Quindi lo schema elettrico nel garage soddisferà i requisiti di sicurezza. È importante che la resistenza del dispositivo di messa a terra non superi i 4 ohm. Se si prevede di installare un sistema di alimentazione trifase nella stanza, prima di iniziare i lavori, è necessario richiedere un permesso da Energosbyt, fornendo le specifiche tecniche del progetto.

Preparazione del passaggio dei cavi e installazione dello strumento ↑

Le vendite di energia necessiteranno anche di uno schema elettrico monofase in garage, che è necessario sviluppare autonomamente e quindi regolare in base ai requisiti degli specialisti. Se il sistema di alimentazione non è trifase, ma bifase, è ancora necessario preparare il circuito – questa volta per te. In ogni caso, è necessario rispettare le seguenti regole:

  • sul diagramma è necessario rappresentare con precisione la posizione di tutte le prese, interruttori, lampade e scatole. In questo caso, è desiderabile distribuire i dispositivi di illuminazione in modo che non rimanga un solo angolo della stanza nell’oscurità. Lo stesso vale per i punti vendita: l’accesso ad essi dovrebbe essere ovunque;
  • Nello schema, il cablaggio elettrico nel garage è indicato da singole linee rette che si intersecano tra loro solo ad angolo retto. Le linee collegano gli elementi della rete in una sequenza logica: socket – switch – lamp. Tutti i cavi si discostano dal centralino;
  • è necessario tenere conto della posizione degli elementi di alimentazione. Quindi, l’interruttore generale deve essere posizionato a destra delle porte della stanza ad un’altezza di 150 centimetri dal pavimento. Le prese sono installate a un’altezza di 50 centimetri dal pavimento e il cavo è montato a un livello inferiore a 10 centimetri dal soffitto.

Installazione di rete ↑

Strumenti richiesti ↑

Quando il cablaggio viene effettuato in garage, è necessario prestare attenzione in anticipo agli strumenti e ai materiali richiesti. Di norma, devi avere a portata di mano:

  • scalpello, martello, cacciaviti e pinze. È importante che le maniglie degli strumenti siano isolate;
  • apparecchi elettrici;
  • viti, viti e tasselli;
  • gesso e nastro isolante;
  • trapano con una serie di più trapani;
  • trapano a percussione – per stanze con pareti in cemento.

Quando si installa il cablaggio in un garage, è meglio usare un cavo con conduttori di rame. Si distingue per affidabilità, durata e durata, ma è costoso. Il filo di alluminio ha un prezzo inferiore, anche se meno pratico: è in grado di passare corrente 2,5 volte inferiore rispetto al rame. Di conseguenza, quando si sceglie un cavo in alluminio, è necessario tenere conto del possibile carico sulla rete nella stanza. Oltre ai cavi, è necessario acquistare accessori elettrici adeguati insieme a scatole protettive, tubi corrugati, adattatori e trasformatori.

Disposizione della parte esterna del cablaggio ↑

Di norma, l’installazione fai-da-te di cavi elettrici nel garage viene eseguita in due fasi: la prima è la fornitura di cavi all’edificio e la seconda è la disposizione del cablaggio interno. La disposizione della parte esterna della rete di alimentazione prevede la diramazione dei fili dalla linea di alimentazione al garage. Questo può essere fatto posizionando il cavo in aria o sottoterra. Se viene selezionata la prima opzione, il filo viene posizionato ad un’altezza di almeno 6 metri sopra la strada e 3,75 metri sopra i percorsi pedonali. Il filo deve essere adiacente all’edificio ad un’altezza superiore a 2,75 metri. Il cavo è collegato al garage tramite isolatori. Come opzione – montaggio del filo con un supporto per tubi, passato attraverso il tetto. La distanza tra il cavo e il tetto dovrebbe essere di almeno 2 metri.

Schema elettrico nel garage

Importante! Al fine di soddisfare i requisiti, in alcuni casi potrebbe essere necessario un supporto aggiuntivo tra la linea di trasmissione e l’edificio..

Se il cablaggio nel garage con le tue mani viene posato sottoterra, il cavo viene posato a una profondità di almeno 80 centimetri e protetto da una scatola d’acciaio. Il foro per l’ingresso del cablaggio nella stanza viene preparato in anticipo. All’interno, il cavo è collegato al centralino, dove sono montati i fusibili e il misuratore. Questo vale anche nel caso in cui il cablaggio sia consentito attraverso l’aria..

Installazione del cablaggio all’interno ↑

È necessario prendersi cura di come effettuare i collegamenti nel garage dopo aver inserito il cavo nella stanza. Il metodo di installazione del cavo – aperto o nascosto – è selezionato in base al materiale delle pareti. Se il garage è fatto di fogli di acciaio, il cablaggio è consentito lungo le sue pareti e chiuso con una scatola di metallo o plastica. In questo caso, si consiglia di utilizzare cavi protetti non armati e fili piatti..

Per fissare il cablaggio in modo aperto, vengono utilizzati tasselli o staffe di stagno, che vengono installati a distanza l’uno dall’altro non più di 40 centimetri. Il cablaggio necessario del cablaggio elettrico nel garage viene effettuato in posizione orizzontale, la distanza dei cavi dal soffitto è di 20 centimetri.

Se l’edificio è in pietra o mattoni, l’opzione migliore è il cablaggio nascosto. Nelle pareti, i flash vengono creati con una profondità di 0,5-0,6 centimetri per la posa dei fili. I cavi montati sono fissati con chiodi. Al termine del lavoro, gli stroboscopi vengono accuratamente posati con intonaco.

Importante! Il collegamento delle estremità del filo con montaggio a filo deve essere saldato. Ciò è necessario affinché i collegamenti elettrici nel garage non siano ossidati e non si svolgano.

La corretta installazione del cablaggio nella stanza ti consentirà di utilizzarlo per 30 anni – questa è la durata stimata dei cavi e delle apparecchiature elettriche. Se necessario, gli elementi guasti possono essere facilmente sostituiti. Allo stesso tempo, non dimenticare le regole di sicurezza: puoi lavorare con il cablaggio solo dopo averlo diseccitato e lo strumento deve avere maniglie isolate.

logo

Leave a Comment