Attrezzature da giardino

Irrigazione automatica a goccia del prato: portiamo l’acqua in zone difficili da raggiungere

Irrigazione automatica a goccia del prato: portiamo l'acqua in zone difficili da raggiungere

Vegetazione rigogliosa sul prato e splendidi fiori nelle aiuole richiedono costante attenzione e cura. Nel tempo, l’irrigazione regolare diventa un compito noioso. L’irrigazione automatica a goccia del prato può aiutare, così semplice e comprensibile dal punto di vista del dispositivo e dell’installazione che può essere fatto con le tue mani. Vale la pena optare per questo tipo di irrigazione e in cosa differisce dalla spruzzatura? Scopriamolo.

Soddisfare

Pro e contro dell’irrigazione a goccia

L’irrigazione a goccia è consigliata per l’irrigazione di piante in serra, alberi e arbusti, aiuole, aiuole, piantagioni. È anche adatto per irrigare prati se non è possibile installare un irrigatore (ad esempio, se il prato è stretto o ha una forma curva complessa).

La parte principale del sistema è un lungo tubo con fori situati lungo l’intera lunghezza. L’irrigazione a punti fornisce una distribuzione uniforme e costante dell’acqua. Il sistema funziona a una velocità tale da consentire all’acqua di raggiungere la superficie del terreno e immergersi in un determinato periodo di tempo. Per 2 ore, un punto di caduta del terreno viene imbevuto di acqua di 10-15 cm di profondità e lo stesso nel raggio, a condizione che il sistema sia regolato per l’irrigazione dei fiori.

Schema di irrigazione combinato

L’irrigazione a goccia per il prato è installata in aree in cui non è possibile organizzare l’irrigazione a pioggia. In questo diagramma, una sezione stretta sul lato destro

Vantaggi dell’utilizzo di un sistema a goccia:

  • è esclusa la distorsione del settore dell’irrigazione (a differenza degli irrigatori, parzialmente dipendente dalla direzione e dalla forza del vento);
  • viene fornita l’irrigazione di una specifica sezione della radice di una pianta;
  • l’acqua non entra nelle zone del paesaggio limitrofe;
  • l’irrigazione è uniformemente distribuita su tutta l’area del sito;
  • non c’è crosta sulla superficie del terreno;
  • l’installazione del sistema non richiede terra, richiede poco tempo;
  • c’è la possibilità di concimare le piante con fertilizzanti minerali;
  • risparmiando sia acqua che tempo personale.

Un altro indiscutibile vantaggio è il costo di bilancio dell’intero set di attrezzature. Il set minimo, compreso il tubo principale, i raccordi, i contagocce, i tubi per il drenaggio, le punte a goccia, il timer, il punzone – non costa più di 3000 rubli. Separatamente, vengono acquistati un serbatoio d’acqua e una pompa sommersa. Un sistema di irrigazione automatico fatto da sé è un’opportunità per risparmiare sull’acquisto di attrezzature costose.

Gli utenti dei sistemi di irrigazione a goccia notano solo due svantaggi:

  • breve durata (da 2 a 5 anni) – il che significa che man mano che le parti del sistema si consumano, sarà necessario sostituirne di nuove;
  • la possibilità di danni ai contagocce (tubi) da parte di roditori o animali domestici.
Apparecchiature antigoccia

Il set minimo per l’irrigazione automatica a goccia comprende un set di contagocce, un timer, raccordi, prese, rubinetti. Pompa sommergibile venduta separatamente se necessario

Procedura di montaggio del sistema

Il dispositivo di irrigazione automatico corretto dipende dall’area dell’area coltivata. Ad esempio, prendi l’installazione di un sistema di irrigazione su un prato lungo 6 metri. Supponiamo che i fiori siano piantati lungo il bordo del prato, la cui distanza è di 40 cm.

Schema di irrigazione a goccia di un piccolo prato, più letti o letti

Schema di irrigazione a goccia di un piccolo prato, più letti o letti

Fasi di assemblaggio dell’attrezzatura:

  • Meglio iniziare installando un serbatoio di aspirazione dell’acqua. Puoi usare qualsiasi barile adatto o acquistare un serbatoio di plastica nel negozio.
  • Installazione nel serbatoio di una pompa sommersa. Al momento dell’acquisto, è necessario prestare attenzione alle caratteristiche tecniche: la capacità della pompa dovrebbe essere sufficiente per irrigare l’intera area del prato.
  • Adesione alla pompa del tubo principale (è adatto un tubo di 16 mm di diametro). Esistono due opzioni per rimuovere il tubo dal serbatoio: attraverso il tappo del serbatoio, se la capacità della pompa lo consente, o attraverso un foro appositamente praticato con un diametro di 16 mm nella parte inferiore del serbatoio. Un raccordo con un sigillante viene inserito nel foro e un tubo è già inserito in esso. Sigillare il giunto.
  • Instradare il tubo principale in 3 o 4 contagocce usando i raccordi. I dropper vengono posati alla fine del prato. Alla fine di ogni tubo (o tubo), sono installati i tappi..
  • Separazione per l’irrigazione separata dei cespugli di fiori – i contagocce passano lungo la piantagione, vicino al sistema radicale.
  • Usando un punzone, vengono praticati fori per i contagocce nel tubo principale (le opzioni già pronte per i contagocce sono contrassegnate, è sufficiente selezionare quella necessaria, ad esempio 8 l / ho 12 l / h). Nei contagocce sotto i cespugli di fiori, i fori vengono praticati vicino a ogni pianta. Quando si usano tubi aggiuntivi, le loro estremità sono dotate di punte a goccia che sono bloccate vicino al sistema radicale.
  • Impostazione di un timer che regola il funzionamento della pompa. Ad un certo momento, attiva l’alimentazione elettrica, avvia la pompa e il sistema funziona per un determinato periodo di tempo. Ad esempio, è possibile impostare il sistema affinché si accenda alle 8 e si spenga alle 8.30. Se il contagocce ha parametri di 2 l / h, durante questo periodo ogni pianta riceverà 1 l di acqua. Il timer è elettronico, alimentato da batterie e meccanico.
Canna per irrigazione a goccia

Come contenitore per l’irrigazione a goccia, molti usano una normale botte, posizionandola a una certa altezza

Gru di partenza

Le gru di partenza collegano il tubo principale e i contagocce (tubi)

Timer irrigazione

Un timer per regolare il tempo di irrigazione può essere acquistato con il sistema di irrigazione.

Ti consigliamo di guardare anche un video sull’argomento:

Funzionamento e manutenzione delle attrezzature

Affinché il nostro irrigazione automatica del prato funzioni correttamente, è necessario testarlo e allo stesso tempo risciacquarlo. Per fare ciò, rimuovere i tappi alle estremità dei contagocce e aprire l’acqua. L’acqua pura che scorre da tutti i tubi è un segno che il sistema è stretto e funziona correttamente. Tale lavaggio deve essere effettuato di volta in volta per evitare l’intasamento di tubi e tubi..

L’ispezione visiva di tubi e tubature aiuterà a eliminare i blocchi nel tempo. Accendendo il sistema, dovresti percorrere ogni contagocce, prestando attenzione ai punti umidi vicino ai fori. A seconda della regolazione, dovrebbero avere un diametro compreso tra 10 e 40 cm e avere le stesse dimensioni. Se non c’è macchia o è più piccola delle altre, dovrai pulire o sostituire il contagocce. Le pozzanghere d’acqua indicano anche un sistema malfunzionante, molto probabilmente una perdita.

Sistema di irrigazione a goccia

Il controllo del sistema di irrigazione a goccia può essere eseguito in parti: per questo è necessario aprire i rubinetti di avvio solo su alcuni tubi

Irrigazione a goccia

Il corretto funzionamento dei contagocce è facile da verificare dalle dimensioni dei punti bagnati sul terreno

Potrebbe sorgere un problema: l’irrigazione automatica del sito verrà interrotta. È probabile che la causa sia un blocco nel contagocce..

Quali tipi di blocchi si verificano e come eliminarli?

  1. Meccanico. Tubi e tubi flessibili sono ostruiti da particelle sospese: sabbia, limo, fertilizzanti non sciolti. Non ci saranno problemi se si utilizzano filtri speciali che devono essere lavati periodicamente.
  2. chimico. Si verifica a causa di acqua troppo dura. I valori di pH normali sono 5-7, per supportarli ricorrono agli additivi acidi raccomandati per i sistemi di irrigazione.
  3. Biologico. L’intasamento di questo tipo è associato all’attività vitale degli organismi, a seguito della quale compaiono la placca, il muco e le alghe. La facile clorazione e il lavaggio regolare eliminano la contaminazione biologica.

In autunno, al termine della stagione delle annaffiature, le attrezzature vengono lavate, asciugate e smontate. Non deve rimanere acqua nei tubi e nei contagocce. Dispositivi elettronici e meccanici – pompe, timer, controller, sensori – è meglio trasferire in una stanza riscaldata. Tubi e tubature possono essere lasciati nel terreno per l’inverno, ma la loro durata sarà notevolmente ridotta.

Filtri per sistemi di irrigazione

I filtri per i sistemi di irrigazione a goccia rappresentano una barriera alla contaminazione meccanica e biologica

Apparecchiature antigoccia

Se, alla fine della stagione, l’apparecchiatura a goccia viene sciacquata e pulita per l’inverno, durerà molto più a lungo

È tutto. Avendo organizzato l’irrigazione automatica con le tue mani all’inizio della primavera, puoi goderti il ​​prato verde e le aiuole fiorite lussureggianti per tutta l’estate senza problemi.

logo

Leave a Comment