landscaping

Idroponica fatta in casa: come funziona + come fare una pianta per crescere

Idroponica fatta in casa: come funziona + come fare una pianta per crescere

Cento anni fa, l’affermazione secondo cui un ricco raccolto può essere ottenuto solo su un terreno fertile era considerata un assioma. Le moderne tecnologie di coltivazione, basate sull’uso di una base speciale anziché sulla composizione del suolo, consentono di creare condizioni più favorevoli per l’allevamento di qualsiasi coltura. Idroponica – una delle aree di coltivazione delle piante, tutti i nutrienti in cui arrivano attraverso soluzioni speciali. Questa tecnologia viene utilizzata attivamente nelle serre in molti paesi. Idroponica fai-da-te: la possibilità di creare lussureggianti aiuole a casa e ottenere rapidamente un raccolto ricco ed ecologico.

Soddisfare

Vantaggi della crescita idroponica

Tra i principali vantaggi della coltura idroponica rispetto ad altre tecnologie di allevamento vi sono:

  • Input minimo di manodopera. Poiché con questo approccio le piante crescono senza usare il suolo, il lavoro di cura delle colture si limita solo al monitoraggio della presenza di acqua nei serbatoi e alla rimozione di fusti e radici essiccati. Equipaggiando la coltura idroponica fatta in casa, ti sbarazzi di problemi come la rimozione delle erbe infestanti, l’allentamento del suolo e la lotta contro gli insetti dannosi. Durante il trapianto di piante perenni, viene eliminata la necessità di pulire le radici del vecchio suolo impoverito, ferendole in tal modo. È sufficiente trasferire la pianta in un contenitore più grande, cospargendo un nuovo substrato.
  • Risparmio di spazio. Per creare condizioni ottimali e mantenere la vitalità delle radici delle piante non in crescita richiederà un minimo di spazio. Puoi coltivare la coltura idroponica sul davanzale della finestra o in una normale serra.
  • Alta produttività e rispetto dell’ambiente. Grazie a una tecnologia semplice ma abbastanza efficace, le radici dei fiori vengono fornite con tutte le sostanze necessarie. La cultura idroponica ha un apparato radicale medio sviluppato ma potente e una parte aerea ben sviluppata. Ciò consente di raccogliere raccolti più elevati rispetto a quelli coltivati ​​sul terreno. Durante la stagione di crescita, le piante non accumulano sostanze nocive che sono spesso presenti nel terreno: metalli pesanti, radionuclidi, composti velenosi organici.

Le piante coltivate in coltura idroponica non sono diverse dalle loro controparti coltivate nel suolo: né nel gusto né nelle qualità aromatiche. Differiscono solo per una maggiore intensità della vegetazione e volumi di fruttificazione più elevati..

Nutriente per piantare colture

Come mezzo nutritivo per la distillazione delle piante può essere: acqua (coltura idroponica), substrato (miscela del suolo), aria (aeroponica)

Confronto di pomodori coltivati ​​su suolo e coltura idroponica

La coltura idroponica è ampiamente utilizzata per forzare fiori e piantine di ortaggi prima della vendita

Substrati idroponici e soluzioni nutritive

Per equipaggiare il sistema idroponico usando soluzioni che includono tutti gli oligoelementi e i nutrienti necessari. I principali: fosforo (accelerare la crescita e migliorare la fioritura), potassio (che contribuisce all’intensità del colore dei fiori e germogli in maturazione), calcio e magnesio (stimolando lo sviluppo dell’apparato radicale), nonché altri componenti necessari per la costruzione di un organismo vegetale.

Spesso, le formulazioni speciali fungono da mezzo nutritivo nell’organizzazione della coltura idroponica per i fiori, una caratteristica che è sufficiente friabilità e alto assorbimento di umidità.

Composizioni nutritive per fiori

Le soluzioni nutritive bilanciate, i cui componenti sono in proporzioni ottimali, possono essere acquistate nei negozi di giardinaggio

Varianti di substrati idroponici

Le basi dei substrati idroponici sono: muschio, gel PAA, ghiaia, argilla espansa, lana minerale e altri disintegranti (vermiculite, perlite)

Produzione di impianti idroponici

Per equipaggiare l’approvvigionamento di umidità delle piante senza problemi a casa, è possibile utilizzare una semplice installazione idroponica, che chiunque può raccogliere.

Per effettuare l’installazione, è necessario preparare:

  • Compressore per acquario ad aria;
  • Contenitore di plastica;
  • Foglio di polistirolo.

Il fondo e le pareti del contenitore devono essere realizzati in plastica opaca, che non consente la luce solare. I serbatoi in plastica traslucida devono essere ombreggiati avvolgendo le pareti esterne con un foglio di cibo o dipingendo con vernice scura.

Design dell'unità idroponica

Vasi con piante verranno posizionati su un foglio di schiuma che copre un contenitore di plastica riempito con un terzo con una soluzione speciale

Nel foglio di schiuma, i fori devono essere tagliati per accogliere le tazze con le piante. I fori dovrebbero essere praticati a una distanza equidistante in modo che le piante adiacenti non interferiscano l’una con l’altra mentre crescono.

Vasi per piante possono essere realizzati da normali bicchieri di plastica, piccoli fori sul fondo e pareti dei prodotti. Grazie alle numerose aperture, il substrato nutritivo rimarrà costantemente bagnato.

Preparare la base per posizionare le pentole

La dimensione dei fori dovrebbe essere leggermente inferiore al diametro della parte superiore dei vasi, in modo che non si guastino completamente, ma solo leggermente «affogato»

Piantare contenitori per piante

Puoi acquistare serbatoi di atterraggio pronti che sembrano cestini di plastica in miniatura

Disposizione di un sistema di alimentazione dell'aria

Poiché l’apparato radicale delle piante ha particolarmente bisogno di ossigeno, per equipaggiare la coltura idroponica viene utilizzato un compressore d’aria per acquari

Per distribuire uniformemente il liquido, è inoltre possibile posizionare gli spruzzatori sul fondo del serbatoio – pietre dell’acquario.

L’installazione è pronta per iniziare. Resta da riempire le coppe con il substrato e piantare le piante in esse.

Piantare piante in contenitori

Il contenitore viene riempito con liquido nutriente in modo che un terzo delle pentole venga immerso nella soluzione. Ulteriore cura è il rabbocco del fluido al livello richiesto e l’aggiornamento completo mensile della soluzione.

Opzioni di produzione di impianti idroponici:

logo

Leave a Comment