Attrezzature da giardino

I 5 migliori coltivatori fatti in casa: come progettare un’unità fai-da-te

I 5 migliori coltivatori fatti in casa: come progettare un'unità fai-da-te

A volte è davvero più redditizio acquistare frutta e verdura in un negozio. Ma c’è sempre più fiducia nella qualità dei prodotti autoprodotti. Inoltre, il lavoro sulla terra aumenta la vitalità, se eseguito con saggezza. Ma il duro lavoro fisico non è sempre utile, specialmente per coloro che sono abituati a lavorare solo in ufficio. Perché i problemi di primavera fossero piacevoli e non troppo onerosi, è necessario acquisire mezzi di meccanizzazione su piccola scala. Certo, puoi acquistare attrezzature moderne, ma si è scoperto che creare, ad esempio, un coltivatore con le tue mani è abbastanza semplice. Assicurarsi.

Soddisfare

Opzione n. 1: Tornado a mano – Death Weed

Tornado – il cosiddetto coltivatore manuale, che puoi e devi fare con le tue mani. Avendo un dispositivo simile a forconi curvi, puoi dimenticare infinite battaglie con le erbacce. I denti dell’utensile sono forati nel terreno ad angolo, dopo di che il tornado deve essere ruotato e sollevato. Non devi fare uno sforzo eccessivo per questo, perché invece del solito manico, il Tornado ha una leva.

Coltivatore Tornado

Il coltivatore di tornado attira per il fatto che è abbastanza semplice da usare e lavorare con esso non richiede alcuno sforzo significativo

Questo meraviglioso eliminatore di radici è buono per tutti, ma la conoscenza del prezzo del negozio può scoraggiare completamente il desiderio di diventare il suo proprietario. Tuttavia, non c’è nulla di complicato in questo dispositivo. Il coltivatore di tornado può essere realizzato in modo indipendente e anche in diversi modi..

Tornado in acciaio per molle

Avremo bisogno di un nastro d’acciaio lungo 50 cm, spesso 1-1,5 mm e largo 2 cm. Per il nostro scopo, è meglio usare l’acciaio per molle. Pieghiamo il nastro sotto forma di un anello e lo fissiamo al manico in legno dello strumento. La lunghezza della maniglia è determinata in base all’altezza del proprietario: dovrebbe essere conveniente lavorare con lo strumento. Puoi creare una leva, la stessa di quella di un eliminatore di root del negozio. L’anello di lavoro in acciaio dovrebbe avere un diametro di 20 cm, che è leggermente inferiore alla distanza tra le file. I bordi del loop sono archiviati su entrambi i lati..

Weed – forchette laterali

Se il tornado è come un forcone, allora perché non creare un coltivatore manuale con le tue mani da questo strumento familiare per tutti i giardinieri? Compreremo il forcone ordinario nel negozio di ferramenta e daremo ai denti di questo strumento la curva desiderata con un martello. In generale, lo strumento dovrebbe assomigliare a una specie di cavatappi. È importante non affrettarsi e agire con attenzione.

Per la leva avrai bisogno di un pezzo di tubo di plastica da mezzo metro. Compriamo anche nel negozio un ugello in plastica per un manico che viene utilizzato per forcone o pale. Tagliamo il tubo nel senso della lunghezza, lo mettiamo sull’impugnatura e lo fissiamo con del nastro isolante in modo che non scivoli. Ora la leva risultante sporge di circa 25 cm dall’impugnatura su entrambi i lati.

Tornado biforcato

È logico ricavare la parte a forma di forcella del Tornado dal forcone, che è uno strumento familiare a tutti i giardinieri che tutti hanno

Realizzare una leva per tornado

Una parte importante per il coltivatore di tornado è il suo sollevatore superiore: grazie alla leva, puoi eseguire lavori pesanti con il minimo sforzo

Opzione n. 2: tagliapasta a base bici

Il coltivatore Ploskorez aiuterà a far fronte alle erbacce e faciliterà significativamente la vita di qualsiasi giardiniere. Strutturalmente, è più complicato di un tornado, ma non molto.

Per creare una taglierina piana è necessario:

  • una vecchia bicicletta che nessuno sta usando per lo scopo previsto;
  • la testa del coltivatore danneggiato o la superficie di lavoro di una sega a due mani;
  • trapano, smerigliatrice, chiavi, trapani, bulloni e così via.

Dal telaio della bici e una ruota tornano utili. La testa del coltivatore è fissata al telaio. Nella stessa qualità, è possibile utilizzare la parte di taglio di una sega a due mani, un piccolo aratro o barre affilate in acciaio realizzate in modo indipendente. Le maniglie per il controllo del meccanismo sono realizzate in tubi di alluminio o acciaio. Un pezzo di tubo di circa 2,5 cm di diametro sarà utile come un ponticello trasversale.

Taglierina piatta

Un tagliapasta può essere realizzato sulla base di una vecchia bicicletta, usando come parte di taglio la superficie di lavoro di una sega a due mani, chiamata ironicamente «amicizia»

Design Ploskorez

Non esiste una particolare complessità nella progettazione di questo comodo strumento, può essere fatto con il materiale giusto a portata di mano

Il design deve essere rigido, quindi i nodi sono uniti da bulloni. Una ruota di medie dimensioni deve essere fissata al telaio con controdadi. Il risultato è stato un coltivatore fatto in casa che è molto funzionale e facile da usare..

Opzione n. 3: coltivatore rotativo a disco

Il coltivatore rotativo fai-da-te non è facile. Qui hai bisogno di abilità speciali e buona preparazione fisica. Se sono disponibili tutte le qualità elencate, puoi provare a creare questo strumento, che sarà molto più efficace di tutte le precedenti. Con il suo aiuto, puoi non solo coltivare, ma anche erpicare la terra, rompendo abilmente grandi zolle.

Coltivatore rotativo a disco

Come parte di un coltivatore rotativo a disco: 1 – un disco, 2 – un asse. 3 – manicotto, 4 – staffa grande, 5 – staffa piccola, 6 aste, 7 tubi, 8 impugnature

I corpi di lavoro di questo coltivatore sono dischi convessi, che devono essere saldati alle boccole usurate sull’asse. Le estremità assiali sono fissate con coppiglie, che sono fissate in una grande staffa. Quindi viene praticato un foro nella parte superiore di questa staffa. Le maniglie con una traversa sono fissate al suo interno. Un’asta di 25 cm di lunghezza e 24 mm di diametro deve essere saldata a una piccola staffa. Un’asta di 16 mm di diametro è avvitata al suo interno. Parte dell’asta sporge sopra la traversa.

Non è così facile dare la forma sferica desiderata a un disco di 4 mm di spessore. Per fare questo, devi essere in grado di gestire in modo intelligente il martello. Un colpo forte e preciso al centro del disco lo converte in una ciotola. E questo lavoro di base richiederà sforzi fisici di base. Speciali dadi ad alette situati sulla traversa regolano l’angolazione dei dischi sferici rispetto alla direzione di movimento del coltivatore.

Opzione n. 4: un tritacarne di produzione per aiutarci

Tutto l’inventario sopra è abbastanza semplice. Ma nelle condizioni del nostro laboratorio, puoi creare un coltivatore elettrico fatto in casa. Ciò dimostra ancora una volta che le possibilità dei padroni di casa sono quasi infinite. Per attuare questa idea, avrai bisogno di un vecchio tritacarne di produzione. Sulla sua base, verrà costruito un efficace assistente elettrico per il giardiniere.

Coltivatore elettrico

Un coltivatore elettrico può essere realizzato sulla base di un tritacarne per scopi industriali: ottieni un’unità abbastanza potente che durerà diversi anni

Tutto non è così complicato come sembra, se c’è una saldatrice e un maestro che sa come usarlo per lo scopo previsto. Due angoli devono essere collegati alla scatola ingranaggi. Le curve sono saldate agli angoli, che verranno utilizzate come maniglie. Un altro pezzo di tubo è saldato tra le maniglie risultanti: un distanziatore che conferisce alla struttura la resistenza necessaria.

Gli assi per le ruote del coltivatore devono anche essere saldati agli angoli. Le ruote sono selezionate di medie dimensioni in modo che siano comode da usare e non cadano nel terreno.

La parte principale del design è l’albero. Macinalo per essere da scarto ordinario. La connessione viene eseguita come nell’originale: nello slot. L’ugello del tritacarne viene tagliato con una mazza, dopo di che rimane una manica con spesse pareti di ghisa. Al suo interno è posizionata una billetta ricavata da rottami, a cui sono saldati i tasselli a forma di vite. Sono tagliati da molle di automobili. Sono state utilizzate altre opzioni di materiale per le alette, ma si sono rivelate non realizzabili.

Le alette si trovano ad un angolo di 120 gradi. Devono essere avvitati nella direzione di rotazione, quindi sarà più facile per loro entrare nel terreno e il coltivatore stesso sarà più facile da controllare. Il motore del dispositivo è collegato secondo lo schema «triangolo», l’avvio è un condensatore. L’interruttore del motore per comodità è montato sull’impugnatura del coltivatore. Il dispositivo durerà a lungo se, prima di iniziare i lavori, lubrificare l’accoppiamento dell’albero fatto in casa nel manicotto in ghisa con qualsiasi olio usato.

Coltivatore elettrico

Dai un’occhiata a cosa dovrebbero essere le alette e come dovrebbero essere posizionate: l’efficienza del dispositivo e la sua durata dipendono da questo

La qualità della coltivazione dipende dalla velocità di movimento di un tale coltivatore. L’aratura rapida sarà dura, mentre l’aratura lenta può letteralmente riciclare la terra in polvere.

Opzione n. 5: un figlio di una bicicletta e una lavatrice

Non correre a buttare via la tua vecchia bici e la tua vecchia lavatrice. Queste cose possono ancora essere utili se vuoi fare un coltivatore con le tue mani, spendendo un minimo di denaro.

Ora sai come creare un coltivatore da solo. Resta da mettere in pratica le tue conoscenze.

logo

Leave a Comment