Utensili

Come scegliere una betoniera

Per la costruzione di case e campagne, a partire dal versare le fondamenta, erigere pareti e terminare con il dispositivo di percorsi da giardino, elementi di progettazione del paesaggio, è necessario preparare il calcestruzzo in grandi quantità. Fare questo manualmente è inefficace e scomodo, in questo modo è difficile ottenere una quantità sufficiente di malta di alta qualità. Una betoniera è progettata per questo scopo – un dispositivo per la produzione di calcestruzzo.

Tipi di betoniere ↑

Secondo il principio di funzionamento, si distinguono due tipi di betoniere:

  • miscelatori a miscelazione forzata (rotativi). Sono usati, di regola, per la preparazione di miscele plastiche e viscose, soluzioni con particelle di medie dimensioni e un elevato contenuto di acqua. Il tamburo di tale gruppo è stazionario, la miscelazione viene effettuata dalle pale del rotore situate al suo interno. Le betoniere forzate hanno dimensioni elevate, sono utilizzate per lavori di costruzione di grandi volumi;
    Come scegliere una betoniera
  • betoniere di azione gravitazionale. Le lame di questo dispositivo sono fisse, situate sulle pareti del tamburo rotante, che elimina lo scorrimento della composizione sulle pareti e garantisce una soluzione di alta qualità. Le betoniere a gravità sono adatte per la preparazione di qualsiasi miscela, sia rigida con particelle di grandi dimensioni, sia liquida con un elevato contenuto di acqua. Queste unità sono adatte per la costruzione di una casa privata, la disposizione di un terreno nel paese e altri scopi domestici..
    Come scegliere una betoniera

Le betoniere a gravità, a loro volta, sono divise in ingranaggi e corona. I primi sono affidabili e durevoli. Usando questi dispositivi, puoi preparare soluzioni con particelle di grandi dimensioni. Gli svantaggi includono il prezzo relativamente alto, la complessità e l’alto costo della riparazione – in caso di guasto dell’ingranaggio, deve essere completamente sostituito.

Come scegliere una betoniera

Betoniere Crown. La coppia dal motore viene trasmessa attraverso l’ingranaggio al cerchione in ghisa o poliuretano, che circonda il tamburo dell’unità. Questi dispositivi sono meno affidabili, poiché il cerchio è aperto e soggetto a polvere e cemento abrasivi, tuttavia, può essere facilmente sostituito mentre si consuma..

Come scegliere una betoniera

Esiste anche una classificazione in base al tipo di motore o di azionamento. Gli aggregati si distinguono per questo parametro:

  • azionato da un motore elettrico, il più comune nell’industria e in casa. La potenza di queste unità può essere effettuata sia dalla rete che dai generatori;
  • con un motore a benzina o diesel, sono utilizzati principalmente per lavori sul campo su larga scala;
  • con un azionamento manuale. Sono utilizzati per lavori domestici di piccolo volume, ad esempio la preparazione della malta per elementi di progettazione del paesaggio su un terreno personale, la disposizione di percorsi da giardino, la costruzione di piccoli annessi.

Caratteristiche principali delle betoniere ↑

Le caratteristiche principali con cui viene selezionata una betoniera sono: capacità del tamburo (volume di carico), dimensioni, materiale di cui è fatto il tamburo, disponibilità di pezzi di ricambio, potenza del motore.

  • Le dimensioni del dispositivo dipendono dalle dimensioni e dal volume del tamburo. Questo parametro valuta la possibilità di spostare la betoniera da un posto a un altro. Le betoniere di solito hanno le ruote. I dispositivi possono essere smontati per lo stoccaggio e il trasporto a lunga distanza;
  • Il volume della betoniera è determinato dalla quantità massima di malta che il tamburo può contenere. Per piccole riparazioni nel paese oa casa, è sufficiente acquistare un modello con una capacità di lavoro di 70-100 litri. Se occorre fare più lavoro, ad esempio costruendo una casa su un terreno personale, vale la pena fermarsi a una betoniera con un volume di 150-300 litri. Tale unità può produrre da 3 a 5 metri cubi di calcestruzzo al giorno, il che è abbastanza per una squadra di costruzione da tre a cinque persone;
Importante! Tenere presente che il volume della soluzione finita è di circa i due terzi del volume di caricamento del tamburo. Ad esempio, con una capacità di lavoro di 300 l, è possibile ottenere 200 l di soluzione alla volta.
  • potenza del motore. La qualità e il funzionamento ininterrotto dell’unità dipendono da questa caratteristica. Un potente motore consente di caricare il volume massimo della miscela nel tamburo, garantendo il funzionamento continuo dell’unità durante la giornata lavorativa. Per funzionare in condizioni di tensione instabile, che spesso accade in campagna, l’azionamento elettrico è dotato di uno stabilizzatore. Per un’unità da 150 litri, la potenza minima del motore deve essere di almeno 1000 watt. Per i modelli professionali più potenti, in genere è richiesta una tensione trifase di 380 V..

Guida alla selezione ↑

Prima di effettuare la scelta finale, oltre alle caratteristiche principali, è necessario valutare il volume, i tempi del lavoro proposto, la composizione richiesta e la qualità della soluzione, la stagionalità e altri fattori.

  • Le capacità dell’unità. Quando si acquista una betoniera, è necessario prestare attenzione alla possibilità di un funzionamento continuo o periodico del dispositivo. Se durante la miscelazione è necessario arrestare la betoniera e riavviarla, è necessario selezionare l’unità con la possibilità di un’azione periodica. Per operazioni di piccolo volume, tali dispositivi sono più economici poiché non è rimasta alcuna soluzione inutilizzata. Se sono previsti lavori su larga scala, ad esempio la costruzione di una casa a due piani in un sito, vale la pena scegliere un’unità continua;
  • se la necessità di preparare una soluzione sorge caso per caso, è meglio optare per una betoniera a corona. Queste unità sono più economiche e producono miscele di buona qualità. Sono adatti per lavori occasionali in campagna o in casa, ad esempio per costruire una recinzione, riempire il pavimento. Per lavori a lungo termine è meglio scegliere una betoniera per ingranaggi, sono più affidabili e più adatti per un uso intensivo;
  • Inoltre, è necessario prestare attenzione alla disponibilità di pezzi di ricambio soggetti a usura. Ad esempio, corone in poliuretano o ghisa per betoniere a corona;
    Come scegliere una betoniera
  • per la preparazione di soluzioni con piccole inclusioni in grandi volumi, è più appropriato scegliere una betoniera ad azione forzata. Per scopi domestici, i dispositivi di azione gravitazionale sono più adatti. A seconda del modello, il volume della loro capacità di lavoro può arrivare fino a 300 l, con il loro aiuto è possibile ottenere miscele di calcestruzzo di eccellente qualità, con vari additivi e qualsiasi dimensione ammissibile di inclusioni. La betoniera a gravità è di solito sufficiente per una casa e una residenza estiva;
  • Prima di acquistare, è necessario considerare la stagione in cui l’unità verrà utilizzata. La maggior parte delle betoniere sono progettate per funzionare nelle stagioni calde. Se il lavoro invernale sta arrivando, è meglio scegliere un modello invernale specializzato;
  • Quando si sceglie, è necessario prestare particolare attenzione alla tensione operativa del motore elettrico della betoniera. I modelli monofase con una potenza superiore a 1 kW sono relativamente rari. Se esiste la possibilità di un collegamento trifase a 380 V, è meglio scegliere un’opzione con una potenza di 1,5 kW. Il motore elettrico di una betoniera di alta qualità è necessariamente protetto da polvere e sabbia che vi penetrano con l’aiuto di un involucro speciale;
  • il collo del tamburo del contenitore di lavoro deve avere un bordo saldato saldamente, in modo da non piegarsi quando i componenti della miscela si addormentano. Le lame dovrebbero avere una forma oblunga con fessure nel mezzo. Tale design fornisce la migliore miscelazione;
    Come scegliere una betoniera
  • materiale di cui è realizzata la capacità lavorativa. I tamburi per betoniere sono generalmente realizzati in acciaio, saldando lastre di acciaio appositamente realizzate o solide, su presse imbutite. Nel primo caso, lo spessore della parete del tamburo è fino a 4 mm. I serbatoi di lavoro realizzati sulla pressa di scarico sono più sottili, il loro spessore è 1,5… 2 mm. È meglio optare per un’unità con un tamburo saldato, questa opzione è più resistente e pratica;
  • prestare attenzione alla qualità e all’affidabilità del blocco della posizione della capacità di lavoro. La quantità e la qualità della soluzione prodotta dipendono dall’angolo del tamburo. Se l’angolo è troppo piccolo, la quantità di miscela di caricamento è maggiore, ma la qualità della miscelazione ne risente;
  • se possibile, è meglio scegliere un modello di una società ben nota, questo risparmierà da spese impreviste per la riparazione dell’unità. È importante controllare la configurazione, specificare il periodo di garanzia.

Maggiori informazioni sulla scelta di una betoniera per una casa estiva e una casa in video:

logo

Leave a Comment