Elementi di decorazione

Piastrelle di plastica per percorsi da giardino: il gioco vale la candela?

Piastrelle di plastica per percorsi da giardino: il gioco vale la candela?

I polimeri, come il know-how del pensiero umano, stanno gradualmente sostituendo i materiali naturali dalla progettazione del paesaggio, imitando il loro aspetto, ma guadagnando in caratteristiche e prezzo. E se le persone sono già abituate a gnomi e piscine di plastica, le piastrelle di plastica per i percorsi vengono utilizzate meno spesso delle pietre per lastricati o della pietra. Viene attivamente introdotto nelle piazze e nelle strade della città e il normale residente estivo è ancora cauto o semplicemente non ha familiarità con la tecnologia di posa di questo materiale. Proviamo a capire le sfumature della costruzione di percorsi da giardino da diversi tipi di piastrelle di plastica.

Soddisfare

In che modo le piastrelle di plastica sono diverse dal polimero??

Su Internet, spesso l’intera piastrella, che contiene polimeri, è chiamata plastica. Pertanto, in questa categoria puoi vedere materiale al 100% in plastica e una miscela di polimeri con ingredienti naturali, come quarzo, legno tritato, ecc. Ma la durata e la bellezza del rivestimento sono completamente diverse..

La plastica pura sembra semplice, ha una bassa resistenza al gelo, dopo diversi inverni inizia a scoppiare, sbriciolarsi, gradualmente sbiadirsi, ecc. Questa piastrella viene utilizzata come rivestimento temporaneo per non trasportare lo sporco in casa o in luoghi vicino a edifici industriali dove l’estetica non è così importante.

Piastrelle di plastica

Le piastrelle di plastica sono disponibili in colori vivaci e un design insolito, ma nel corso degli anni perdono il loro aspetto spettacolare e iniziano a incrinarsi alle articolazioni

La miscela di polimeri e sabbia di quarzo è altamente durevole, grazie all’additivo al quarzo, che resisterà al gelo e al movimento attivo di persone e veicoli. Ma in apparenza, una tale piastrella rimane artificiale, non simulando altri materiali. La sua superficie in rilievo è perfetta per percorsi vicino a piscine, stagni, dove l’umidità elevata minaccia i rivestimenti naturali. Ma come quello principale, che porta dal cancello all’ingresso principale della casa, non tutti scelgono piastrelle di sabbia polimerica. Se la casa è rivestita con materiale artificiale, ad esempio rivestimenti, il rivestimento sembrerà armonioso. Ma sullo sfondo di edifici in legno o pietra, un tale percorso perderà in estetica.

Piastrella di sabbia

Dalla perfetta levigatezza della superficie, puoi immediatamente scoprire che il rivestimento è realizzato con componenti artificiali, ma la pista non scivolerà in nessun tempo

Decking ha l’aspetto più lussuoso – una tavola da terrazza, in cui la farina di legno viene mescolata con additivi polimerici. Esternamente, ricorda fortemente le assi di legno, ad es. parquet naturale, quindi, l’aspetto della pista è solido e rispettabile. Il decking può essere chiamato piastrelle di plastica solo con un tratto, poiché diversi produttori aggiungono legno e polimeri tritati in percentuali diverse. Questi componenti possono essere miscelati in una proporzione di 50:50, ma i più vicini alla trama del legno naturale sono i rivestimenti, dove i polimeri sono solo del 20%. Di conseguenza, i requisiti di stile stanno cambiando. Più naturale nella composizione, più ha paura dell’umidità, il che significa che richiede una base adeguata.

decking

La trama del bordo della terrazza è molto simile al parquet naturale, ma è posata molto più facilmente a causa delle grandi dimensioni delle piastrelle

Posa di piastrelle modulari: assemblaggio per tipo di costruttore

Le piastrelle modulari in plastica per i percorsi del giardino hanno spesso una superficie perforata in modo che umidità e polvere passino liberamente attraverso di essa. Tali tessere sono unite tra loro mediante blocchi situati sui bordi delle nervature. Il loro assemblaggio ricorda un gioco con un designer per bambini, in modo che anche un bambino possa assemblare una traccia.

Fissaggio di piastrelle modulari

Spesso, per il fissaggio dei moduli in piastrelle di plastica, vengono forniti elementi di fissaggio aggiuntivi, che rendono il rivestimento più resistente alle sollecitazioni

Posare le piastrelle reticolari su qualsiasi base piatta, in cui le differenze di altezza non superino il mezzo centimetro. Possono essere posati sia in linea retta che con curve ad angolo retto. Le piastrelle sono disposte sul prato senza alcun lavoro preliminare, poiché la superficie si è già livellata fino al momento della semina del sito con erba.

Piastrelle di plastica sul prato

È possibile posare una piastrella di plastica sul prato in appena mezz’ora, ma per conservarla a lungo, prima dell’inverno, il sentiero deve essere smantellato e nascosto nella dependance

Quando si posa sul terreno, ad esempio, quando si creano percorsi tra i letti, si consiglia di posare prima la base con materiale non tessuto in modo che le erbacce non sfondino e, in alto, unire le piastrelle.

Se sul sito è presente una vecchia pista di cemento con crepe e buche, quindi prima deve essere leggermente riparata, coprendo tutti i difetti visibili con colla o malta cementizia e posizionando sopra un rivestimento modulare. La piastrella in plastica modulare non è progettata per un forte carico statico, quindi viene solo calpestata..

Piastrelle in sabbia polimerica: pavimentazioni

Una piastrella fatta di polimeri con additivi al quarzo è apparsa in alternativa alle pietre per lastricati, che è in grado di assorbire l’umidità e da questa graduale degradazione. Un rivestimento in plastica non presenta questo problema. Eppure, la tecnologia per la posa di piastrelle polimeriche di sabbia è identica al cemento. È necessario creare lo stesso trogolo, cuscino di sabbia e ghiaia, mettere cordoli, ecc. Inoltre, puoi metterlo su una base di cemento, pietra frantumata o normale miscela di sabbia e cemento, a seconda del carico che il tuo percorso deve sopportare. Abbiamo già scritto di tutte le complessità dello styling negli articoli «Tecnologia di posa di lastre per pavimentazione» e «Regole per la posa di lastre per pavimentazione su una base di cemento», pertanto, non descriveremo il processo in dettaglio qui.

Diremo solo che la qualità di porre le basi in futuro influenzerà se le tue piste mantengono una superficie perfettamente piana durante l’inverno. Alle giunture, l’umidità trapelerà ancora tra la piastrella e la base, e se la sabbia è scarsamente compattata, allora precipiterà, trascinando così tutti gli strati superiori con essa. Il calcestruzzo, al contrario, non lascerà passare l’acqua a meno che non vengano creati fori di drenaggio e lo blocchi sotto la piastrella. E in inverno, espandendosi, il ghiaccio sferzerà il tuo cammino. La tessera stessa non soffrirà, perché non ha paura né dell’acqua né del gelo, ma il percorso dovrà essere spostato.

In Europa, hanno scoperto come sbarazzarsi dei percorsi di plastica dal sollevarsi in un modo completamente semplice. Invece di creare un trogolo e «cuscini», lì rimuovono il terreno fertile non più che dalla baionetta di una pala, livellano la superficie con sabbia ben compattata e su di essa viene posata schiuma di polistirene estruso – un riscaldatore che è completamente immune all’umidità e quindi non si congela in inverno, mantenendo la struttura calda. Successivamente, versare la solita miscela di sabbia e cemento, in cui vengono posate le piastrelle. Le cuciture sono piene di sabbia. Questa tecnologia è particolarmente richiesta in Finlandia, dove il terreno paludoso durante l’inverno solleva persino lastre di cemento negli aeroporti, per non parlare della plastica leggera.

Pista per piastrelle in sabbia polimerica

Alcuni proprietari lamentano che in estate le piastrelle di sabbia polimerica emanano un odore specifico, ma se viene regolarmente scaldato dal calore, questo problema non lo farà

Decking: aspetto decente + stile semplice

Decking è anche chiamato una tavola terrazza, legno liquido o parquet da giardino, sottolineando il suo scopo di strada. È costituito da sottili strisce simili a assi di parquet, che sono fissate da 4-5 pezzi in una piastrella. Tra le lamelle ci sono degli spazi per il passaggio dell’acqua. La larghezza degli spazi varia da 0,1 a 0,8 cm e, quando si posa un percorso del giardino, sono guidati dall’umidità del suolo. Più è alto, più spazio è necessario per scegliere il decking.

Esiste anche una versione senza soluzione di continuità della tavola della terrazza, che sembra rettangoli allungati. Ma per le tracce, questo tipo di decking non vale ancora la pena usarlo..

Per garantire una buona rimozione dell’umidità e ventilazione del materiale, i produttori hanno creato un decking quadrato di due componenti: la parte esterna, simile al legno e il substrato. Il substrato è una griglia di plastica con supporti perimetrali per unire le piastrelle.

decking

Grazie al supporto in plastica, il parquet da giardino mantiene le proprietà di ventilazione, rimuove l’umidità e prolunga la durata fino a 50 anni

La posa della tavola del terrazzo è necessaria su una superficie piana e dura dove non ci sarà rivestimento «Lavello» e trattiene il traferro dovuto al substrato. Ecco perché la sabbia non viene utilizzata come base. Il substrato reticolare semplicemente spingerà in esso e cesserà di adempiere alle sue funzioni.

Materiali di base ottimali:

  • calcestruzzo;
  • tavole;
  • uno strato di piccola ghiaia o ghiaia;
  • piastrelle di ceramica.

Delle opzioni di cui sopra, i pannelli e le piastrelle vengono utilizzati più spesso su terrazze aperte e il calcestruzzo viene versato per i percorsi (se i veicoli si sposteranno lungo di essi) o vengono riempiti di ghiaia (è sufficiente uno strato fino a 5 cm).

Il bordo del binario può essere decorato con un battiscopa o con listelli laterali..

Come puoi vedere, i polimeri sono in grado di acquisire caratteristiche completamente diverse a causa dell’introduzione di altri componenti. Pertanto, prima di acquistare piastrelle di plastica, specifica la sua composizione per sapere per quanti anni durerà il tuo percorso.

logo

Leave a Comment