Attrezzature da giardino

Come scegliere un coltivatore per una residenza estiva: cosa guardare prima dell’acquisto?

Come scegliere un coltivatore per una residenza estiva: cosa guardare prima dell'acquisto?

Per facilitare i loro cottage estivi, i proprietari visionari acquistano ogni tipo di attrezzatura. Le unità per lavorare con il suolo sono scelte con particolare attenzione, perché richiedono non solo scavi annuali, ma anche coltivazione, erpice, rimozione delle erbe infestanti, ecc. E in questo caso, un coltivatore è indispensabile per il giardinaggio. Ma ci sono così tante opzioni che è difficile scegliere la più adatta. È importante considerare come pensi di usarlo, su siti di quale complessità e con quale frequenza. Analizziamo i tipi esistenti di coltivatori in termini della loro applicazione più vantaggiosa..

Soddisfare

Coltivatori manuali: arrampicati in qualsiasi slot

Nonostante l’ovvia meccanizzazione del lavoro in campagna, non abbiate fretta di scontare una cosa così utile come un coltivatore manuale. Sarà utile in quei luoghi del sito in cui l’attrezzatura su ruote non funzionerà – su colline alpine, aiuole, sconti, vicino alla recinzione stessa, ecc. Per la vita di fiori e piante perenni è necessario periodicamente «preoccuparsi» terreno per dare alle radici più ossigeno. Non puoi elaborare il roseto con la tecnologia, perché puoi danneggiare le piante vicine e non c’è semplicemente nessun posto dove voltarsi. Pertanto, nei posti più stretti viene in soccorso un coltivatore manuale.

Coltivatore di stelle (rotativo)

Il suo meccanismo di taglio è un albero sul quale sono usurati i dischi che ricordano gli asterischi. Il coltivatore è piantato su una lunga impugnatura per spostare il terreno senza piegarsi. A causa della forma irregolare appuntita dei dischi, lo strumento taglia nel terreno e lo afferra, sollevandolo e torcendolo leggermente. Le erbacce volano fuori con il suolo.

Coltivatore manuale

Il coltivatore manuale di tipo rotativo è in grado di lavorare nei luoghi più inaccessibili, come scivoli alpini, pendii stretti e lungo recinzioni

È molto conveniente per loro spostare alte creste di cetrioli, far crescere patate piantate localmente a mano (ad esempio, varietali), coltivare il terreno sotto le conifere su un prato o aiuole, ecc..

L’unico inconveniente dello strumento è che muove terre scarsamente pesanti e croccanti. Non è in grado di rompere il terreno argilloso.

Coltivatore

È un dispositivo con tre o cinque denti curvi, appuntiti alle estremità. Sono facili «mordere» nel terreno compattato o piovoso, rompendo la crosta. Durante il lavoro, è necessario oscillare e abbassare il coltivatore con forza in modo che i denti entrino in profondità nel terreno, quindi tirarlo verso di sé. Ci sono modelli su manici lunghi (per il giardino) e corti (per allentare piantine in scatole e piante da interno).

Coltivatore

È conveniente lavorare coltivatori-coltivatori con una piccola maniglia in serre dove piantine o piante in vaso vengono coltivate in scatole

Motocoltivatori: leggeri, medi e pesanti

Oltre ai modelli manuali, sono disponibili coltivatori a benzina o elettrici..

A seconda della potenza e del peso, sono divisi in tre gruppi: leggero, leggero (medio) e pesante. Ma non puoi dire quale gruppo «nascondiglio» il miglior coltivatore, perché ognuno ha i suoi pro e contro.

Coltivatori di luce

In questo gruppo, la maggior parte delle unità sono elettriche. A causa della mancanza di un alloggiamento del motore, questa tecnica ha un’alta manovrabilità. È facile da gestire. E se consideri che molti dei lavori di terra che dobbiamo fare per le donne, questi coltivatori sembrano fatti per mani deboli e tenere. Il peso totale dell’unità non supera i 15 kg, ma ci sono anche opzioni in miniatura – circa 9 kg. Non è difficile prenderli sotto l’ascella e trasferirli sull’altro bordo del sito, perché la massa equivale a un secchio d’acqua da dieci litri.

Coltivatore di luce

I coltivatori leggeri sono facili da gestire e leggeri, quindi ogni donna può affrontarli senza l’aiuto di un uomo

Coltivatore elettrico

Il problema principale del coltivatore elettrico è un filo aggrovigliato sotto i piedi. È necessario assicurarsi che non cada sotto il cutter e non salti fuori dalla presa

I macchinari leggeri non sono in grado di coltivare il suolo fino a una profondità di oltre 20 cm (proprio per il suo peso). È progettato per elaborare piccole aree (fino a 10 acri) con terreni sciolti e ben posati. Il terreno pesante è troppo duro per lei. Ma nelle serre, dove lo spazio è limitato, tale «bestia» diventerà un buon aiuto. L’unico inconveniente delle opzioni elettriche è il cavo, che limita l’area di lavoro e si confonde sotto i piedi.

Coltivatori medi

Questo gruppo comprende unità il cui peso varia da 15 a 35 kg. Il livello della loro potenza (3-4 CV) consente di elaborare aree di 10-30 acri. La maggior parte dei rappresentanti «classe media» – benzina. A causa del peso più pesante, coltivano il suolo più in profondità e non hanno paura del terreno pesante inchiodato da piogge e piedi. Ma è più difficile gestirle rispetto alle attrezzature leggere, quindi un tale aggregato non è raccomandato per pensionati e donne.

Coltivatore di media potenza

Un coltivatore di media potenza è più adatto per aree suburbane di 10-15 acri, perché mostra una buona resistenza in combinazione con un prezzo accessibile

Coltivatori potenti

Questo gruppo è il più eterogeneo, perché include non solo i coltivatori stessi, ma anche i motoblocchi. Non commetteremo un simile errore, perché il trattore con guida a terra è una specie di mini-trattore e ha i suoi compiti sul sito. Pertanto, ci limitiamo solo ai modelli con peso compreso tra 35 e 60 kg e potenza – fino a 6 CV. Questo gruppo è esclusivamente a benzina, perché è progettato per sezioni di 30-50 acri e il coltivatore elettrico non può semplicemente tirare un tale volume di lavoro.

Coltivatore pesante

Un potente aggregato scava la terra più profondamente, quindi se non c’è terra vergine sul sito, allora possono produrre l’aratura autunnale e primaverile del giardino

Dovrebbe tenere conto del peso solido del coltivatore e delle sue dimensioni. Su letti stretti, questa tecnica è molto lenta. Il suo campo di attività è quello di piantare patate, barbabietole, carote, che hanno solchi larghi e sono disposti in lunghe file. Un potente coltivatore è molto comodo per scavare intorno ai tronchi degli alberi. Alleva facilmente erba di grano, semina cardi e altre erbe infestanti e aiuta a mantenere il giardino in ordine. Ma di nuovo, ci dovrebbe essere spazio libero tra gli alberi in modo che la tecnica possa manovrare.

Ugelli per un coltivatore: quali sono più utili?

Gli allegati sono collegati a ciascun coltivatore, che consentono varie operazioni agricole. La parte viene immediatamente fornita nel kit e alcune sono disponibili come equipaggiamento opzionale.

Prima di scegliere un coltivatore, controlla cosa è incluso nel suo kit. Ma tieni presente che più leggero è il modello, meno operazioni sono progettate per. Ad esempio, un ugello «scavapatate» sarà solo nel gruppo delle attrezzature pesanti, perché funziona a grandi profondità.

Gli ugelli più necessari:

  • hiller;
  • ploskorez;
  • scavapatate;
  • aratro;
  • aeratore per prato;
  • falciatrice rotativa;
  • distruggidocumenti da giardino;
  • Pala da neve.

Si noti che la larghezza della falciatrice dipenderà dalla potenza del coltivatore. Di «bestia» più potente, più ampio è il sequestro della terra coltivata. Questo può essere uno svantaggio se i letti sono piccoli. Pertanto, scegli l’attrezzatura per le dimensioni del tuo giardino.

logo

Leave a Comment