Utensili

Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva

La saldatura è il modo più affidabile per collegare tra loro le parti metalliche. Questo metodo è affidabile, durevole, economico, ampiamente utilizzato nella produzione, costruzione e riparazione, nella vita di tutti i giorni, per lavori su trame personali e così via. Al giorno d’oggi, quando le saldatrici sono diffuse e sono diventate quasi indispensabili per qualsiasi maestro di casa, è importante scegliere la macchina giusta e affidabile.

Tipi di saldatrici ↑

Esistono quattro tipi principali di saldatrici.

  • Macchine per saldatura AC trasformatore. Si distinguono per durabilità, affidabilità, basso prezzo, semplicità di progettazione, che li ha resi il tipo più comune di dispositivo. Sono utilizzati principalmente per la saldatura di parti in acciaio e ghisa con una sovrapposizione e un giunto;
  • Saldatrici a trasformatore CC, altrimenti denominate raddrizzatori di saldatura. La loro principale differenza rispetto ai dispositivi CA è la presenza di un tiristore o di un raddrizzatore a diodi in uscita. Le saldature ottenute usando un tale apparato sono migliori grazie alla stabilità dell’arco. I raddrizzatori di saldatura sono usati per lavorare con metalli ferrosi e non ferrosi, acciaio inossidabile. Quasi non utilizzato nella vita di tutti i giorni, comune nell’industria;
    Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva
  • saldatrici semiautomatiche per saldatura in un ambiente a gas. Dispositivi più complessi e costosi. Sono costituiti da una fonte di alimentazione (trasformatore, diodo o raddrizzatore a tiristori, inverter), un convertitore di flusso o filo metallico, un’unità di controllo e un bruciatore. A seconda del modello, possono funzionare senza gas, solo con gas o saldare con entrambi i metodi. La corrente di uscita delle saldatrici semiautomatiche è regolata per gradi. Meno comuni sono i modelli con regolazione regolare. La velocità di avanzamento del filo è di solito anche regolabile. A seconda del materiale da saldare, viene selezionato il gas. Questo può essere argon, anidride carbonica o una loro miscela. Per saldatura senza gas mediante filo di flusso. Ampiamente usato nella riparazione di automobili, compresa la carrozzeria. I dispositivi monofase di questo tipo sono adatti per il lavoro in campagna ea casa;
    Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva
  • le saldatrici ad inverter (inverter di saldatura) sono i dispositivi più costosi, moderni e di alta tecnologia. Questi dispositivi offrono una saldatura di alta qualità, sono compatti, funzionano anche con tensione instabile nella rete di alimentazione, molto più leggero delle saldatrici delle generazioni precedenti (la massa degli inverter di saldatura è di circa 3-4 kg).
    Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva

Esistono diversi sottotipi di dispositivi inverter:

  • inverter per saldatura ad arco;
  • inverter semiautomatici;
  • saldatrici inverter combinate.

Gli ultimi dispositivi sono in grado di produrre tutti i tipi di saldatura e sono i più funzionali, pur rimanendo compatti e leggeri. Nonostante il prezzo, gli inverter sono i più popolari, sono spesso scelti per il lavoro a casa e in campagna.

Caratteristiche principali delle saldatrici ↑

Quando si sceglie una saldatrice, prima di tutto, è necessario prestare attenzione ai suoi parametri principali:

  • tensione di ingresso. Può essere trifase (380 V per modelli industriali o professionali) e monofase (le opzioni domestiche sono generalmente progettate per una tensione di 220 V). Se la saldatrice non è dotata di uno stabilizzatore, un aumento della tensione provoca un sovraccarico e una disconnessione dell’apparecchiatura di saldatura, una diminuzione, tuttavia, porta a un calo dei parametri di uscita;
  • tensione a circuito aperto o tensione di uscita senza carico. Di regola, ammonta a 45 – 70 V. Questa caratteristica deve essere presa in considerazione quando si scelgono gli elettrodi; i loro diversi tipi sono progettati per tensioni diverse. Maggiore è la tensione al minimo, più facile si accende l’arco, la sua combustione è più stabile e quindi la qualità del lavoro è più elevata;
  • corrente di uscita. Nei modelli destinati all’uso domestico, questo parametro di solito varia da 10 a 250 A, in quelli professionali è di circa 500 A. La corrente di uscita viene regolata per gradi, meno spesso senza intoppi. Maggiore è il valore di questo parametro, maggiori sono le possibilità delle apparecchiature di saldatura. Un modello con una corrente di uscita elevata è più efficiente, può essere utilizzato per lavori più complessi. Quando si selezionano materiali di consumo (elettrodi o filo), prestare attenzione anche a questa caratteristica. Ad esempio, gli elettrodi rutili si sciolgono a valori più bassi della corrente di uscita, i principali (fluoruro di calcio) – in generale;
  • Il diametro massimo o minimo degli elettrodi (per dispositivi semi-automatici – filo). Questa caratteristica determina lo spessore del materiale con cui il dispositivo può lavorare. Per la maggior parte dei lavori di saldatura a casa o al cottage, è sufficiente un diametro di 2-3 mm. Lo spessore degli elettrodi varia da 0,5 mm a 6 mm. Nei dispositivi semiautomatici, viene utilizzato il filo avvolto in bobine. Il suo diametro è 0,6-1,2 mm. Lo spessore del materiale con cui il dispositivo semiautomatico può funzionare dipende dal diametro del filo.

Selezione delle forniture ↑

La qualità della saldatura dipende direttamente dalla scelta dei materiali di consumo (elettrodi per trasformatore e dispositivi inverter, filo per dispositivi semiautomatici). Gli elettrodi variano in diametro, rivestimento, polarità, materiale, tipo di corrente. Le loro caratteristiche più importanti sono il diametro e il rivestimento. Produce elettrodi con rivestimento in fluoruro di calcio (basico), cellulosa, acido, rutilo.

È sufficiente usare elettrodi di fluoruro di calcio (basico) e di rutilo per una casa estiva e una casa; sono adatti per le attività domestiche più comuni. L’uso degli elettrodi principali offre una qualità di saldatura più elevata, ma hanno bisogno di un apparecchio più potente con una tensione a circuito aperto di circa 70 V. Nella letteratura speciale, è facile trovare raccomandazioni per la scelta dei tipi di elettrodi per lavorare con metalli diversi.

Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva

Consigli sulla scelta delle saldatrici ↑

Dopo aver determinato il tipo di attrezzatura di saldatura più adatta alla casa e al cottage estivo, abbinando il lavoro proposto con le sue caratteristiche principali, durante la selezione finale è necessario prestare attenzione anche a una serie di parametri importanti.

Classe di protezione. Le saldatrici, come qualsiasi altra apparecchiatura elettrica, sono necessariamente standardizzate per la protezione da fattori esterni. Il passaporto indica l’indice IP a due cifre. L’alimentazione IP per le saldatrici è di solito 21-23. La prima cifra, in questo caso due, significa che nessun oggetto estraneo con un diametro superiore a 15 mm entrerà nella custodia. L’ultima cifra indica la resistenza all’umidità. Un’unità, ad esempio, significa che non entreranno gocce di liquido che cadono verticalmente. La caduta di tre acqua ad un angolo di 60 ° non causerà alcun danno alla parte elettrica. Prima di scegliere una saldatrice, è necessario valutare le condizioni in cui sarà necessario utilizzarlo.

Durata delle ore lavorative (PDV). Il ciclo di lavoro della saldatrice, espresso in percentuale, ovvero quanto tempo dovrebbe funzionare, quanto riposo. Gli sviluppatori nazionali calcolano per 5 minuti, europeo – 10. Ad esempio, se il passaporto specifica un PRV del 40%, dopo 4 minuti di funzionamento continuo la protezione funzionerà e il dispositivo di fabbricazione europea si spegnerà automaticamente. Quindi continuare a lavorare sarà possibile solo dopo 6 minuti. Va tenuto presente che la durata del tempo di lavoro indicato dal produttore dipende dalla temperatura ambiente, diversi sviluppatori calcolano il PRV a diverse temperature. Pertanto, alcune aziende calcolano una temperatura di 30–40 °, mentre altre prendono come base la temperatura dell’aria di 20–25 °. Nonostante gli stessi valori di PRV, i dispositivi progettati per una temperatura ambiente più elevata saranno molto più durevoli. Quando si sceglie, vale la pena prestare attenzione al fatto che l’RPS è indicato per diversi valori della corrente di uscita. Con i suoi piccoli valori, il PRV può raggiungere il 100%.

Possibilità di alimentazione da generatori. Se è impossibile connettersi alla rete, ad esempio, durante i lavori sul campo, selezionare l’apparecchiatura di saldatura con questa funzione.

Quale saldatrice scegliere per una residenza estiva

Per la casa e il giardino è meglio scegliere un tipo di inverter. Sono più semplici da utilizzare, resistenti alle sovratensioni della rete, consentono di ottenere saldature di alta qualità, anche se l’operatore non è un professionista. È preferibile scegliere un modello con un margine del 20-30 percento per tutte le caratteristiche principali.

Ulteriori informazioni sulla scelta di saldatrici per cottage domestici ed estivi in ​​video:

logo

Leave a Comment