Impianti idrici

Padiglione per piscina fai-da-te: costruzione di un “tetto” in policarbonato

Padiglione per piscina fai-da-te: costruzione di un “tetto” in policarbonato

Per quanto la piscina stazionaria sia bella e utile in termini di recupero, è altrettanto difficile da mantenere. L’acqua deve essere costantemente pulita, filtrata, eliminata dai detriti in entrata. Ma se dall’alto la struttura è coperta da una struttura a padiglione trasparente, che si eleva sopra l’acqua, la manutenzione diventa più semplice. Anche quei proprietari che hanno montato la ciotola aperta, alla fine costruiscono padiglioni da piscina fai-da-te su di essa.

Soddisfare

Perché hai bisogno di un padiglione?

Dopo aver completato il padiglione per la piscina, il proprietario riceverà quanto segue «bonus»:

  • L’acqua evapora meno dalla superficie.
  • Ridurre significativamente la perdita di calore, il che significa il costo del riscaldamento dell’acqua. Inoltre, prolungherà la durata della stagione balneare.
  • Precipitazioni sporche e polvere causata dal vento, detriti, foglie non entreranno nella piscina e il proprietario risparmierà sul filtraggio e sul trattamento dell’acqua con prodotti chimici (se il padiglione è chiuso).
  • I raggi ultravioletti si scontrano con la barriera e entrano nella piscina già rifratta. Pertanto, il loro effetto distruttivo sulle pareti e sul fondo diventerà più debole, il che porterà ad un aumento della vita dei materiali della piscina.
  • Nelle gelate invernali, la temperatura sotto il padiglione è più alta che sulla strada, il che significa che la struttura non dovrà superare i test a temperature troppo basse, motivo per cui alcuni materiali e il sistema di approvvigionamento idrico potrebbero diventare inutilizzabili.

Regole per la scelta del design del padiglione

Per costruire un padiglione per la piscina con le tue mani, devi decidere il suo design.

Padiglioni bassi

Se la piscina viene utilizzata periodicamente e per il resto del tempo è inattiva, l’opzione più economica sarebbe un padiglione basso con un’altezza non superiore a un metro. Eseguirà la funzione più importante: proteggere l’acqua dal sole, dalla pioggia e dai detriti. E se i proprietari non hanno intenzione di immergersi dai lati, allora è sufficiente fare una sezione scorrevole e attraverso di essa cadere in acqua.

Padiglione basso

I padiglioni bassi sono convenienti se si utilizza la piscina solo nella stagione estiva

Ci sono anche disegni con un’altezza di circa due metri. In essi, per facilità d’uso, una porta è montata all’estremità. Questa versione del padiglione è stata realizzata secondo il principio di una normale serra utilizzando un profilo metallico e lastre di policarbonato. Naturalmente, al posto del policarbonato è possibile tirare un film di plastica, ma l’aspetto estetico ne risentirà e la resistenza all’usura del rivestimento del film è debole.

Padiglioni alti

I padiglioni alti sono alti circa tre metri e servono non solo a proteggere la piscina, ma servono anche come eccellente area ricreativa per i proprietari. Il clima in serra consente di organizzare composizioni floreali intorno al perimetro della ciotola, di mettere a disposizione sedie a sdraio o sedie a dondolo. Ma questo è se i bordi del padiglione sono molto più ampi delle dimensioni della ciotola.

Padiglione alto

I padiglioni alti sostituiscono i proprietari con i pergolati tradizionali, perché hanno abbastanza spazio per rilassarsi e abbastanza caldi anche in inverno

Un’opzione più economica è il padiglione, che è costruito attorno al perimetro della ciotola, parlando di una dozzina di centimetri. Può essere completamente chiuso o semichiuso. La versione semi-chiusa protegge la ciotola o da un solo lato (di solito dal lato da cui soffia il vento), o dalle estremità, lasciando il centro aperto, o dai lati, lasciando aperte le estremità. Un tale padiglione non fornirà la massima protezione, ma creerà un ostacolo per vento e detriti e i proprietari riceveranno una zona d’ombra in cui è possibile nascondersi dal sole cocente.

Padiglione semichiuso

Il padiglione semi-chiuso protegge solo una parte della piscina, ed è meglio montarlo dal lato del vento o dagli spazi verdi

Strutture scorrevoli

In qualsiasi padiglione di altezza, un sistema di sezioni scorrevoli aumenta il livello di comfort. La loro base è un sistema ferroviario (come negli armadi dei comandanti), lungo il quale le sezioni possono muoversi e andare una dopo l’altra. Dopo averli spostati a un’estremità, i proprietari ricevono una tenda da sole per creare un’ombra e, in caso di precipitazioni, possono isolare rapidamente la ciotola.

Padiglione scorrevole

I padiglioni scorrevoli o telescopici si muovono lungo il sistema a binario e possono essere completamente rimossi dalla zona dell’acqua della piscina

La scelta della forma del padiglione dipende dalla vasca della piscina stessa. Per le ciotole rotonde, vengono utilizzati modelli a cupola, per le ciotole rettangolari, sotto forma di lettera «P» o emisferi. Le più complesse sono le piscine di forma irregolare. Per loro creano asimmetrici «tende da sole».

Padiglione a cupola

Per le ciotole rotonde, la cupola è considerata la forma di maggior successo del padiglione.

Tecnologia del padiglione fai-da-te

Da un punto di vista economico, la creazione di padiglioni da soli è giustificata, ma se non si ha esperienza, l’installazione di un edificio alto può richiedere diverse settimane. È vero, alcuni residenti estivi semplicemente non hanno scelta, perché per una ciotola di forma non standard per trovare l’appropriato «il tetto» non sempre ci riesco. Quindi, devi acquistare tu stesso i materiali e costruire un padiglione. Vediamo come fare usando un esempio di una struttura in policarbonato semichiuso..

Determinato con materiali e forma

Padiglione in policarbonato

Il padiglione in policarbonato è assemblato secondo il principio di una normale serra

Per il rivestimento useremo il policarbonato, che di solito è coperto da serre. E con il telaio realizzeremo un tubo profilato.

Per ridurre al minimo i costi e semplificare l’installazione, apriremo la struttura dalle estremità, la metteremo sulle fondamenta della piscina o la sua finitura e lasceremo che possa essere smontata per l’inverno.

Per nuotare in alta quota non è necessario, quindi è sufficiente un padiglione di due metri.

Riempi le fondamenta

Nonostante l’apparente leggerezza, il profilo in policarbonato e metallo ha un peso considerevole, quindi la base per il padiglione deve essere affidabile. Se un’area ricreativa è già stata creata intorno alla piscina e le piastrelle sono disposte, è possibile montarlo direttamente su di essa.

Base del padiglione

Dalla costruzione del padiglione, la fondazione dovrebbe sporgere di altri 7 cm in avanti per sostenere in modo affidabile l’intero carico

I restanti proprietari dovranno riempire la fondazione con uno spessore di mezzo metro, la cui larghezza dovrebbe sporgere dalla base del telaio di circa 7 cm ai lati. Il calcestruzzo deve essere rinforzato disponendo celle quadrate con un lato di 20 cm.

Fondazione per il padiglione

Le fondamenta del padiglione devono essere spesse e robuste, perché il peso dell’intera struttura può raggiungere tonnellate o più

Crea un wireframe

Per gli archi principali del telaio, è necessario un tubo largo sul quale sarà possibile fissare due bordi dei fogli adiacenti di policarbonato. La sua lunghezza è di 1 altezza (2 m) + larghezza della piscina.

I tubi devono essere arcuati. È meglio affidarlo agli specialisti e chiunque abbia la saldatura può farlo da solo. Tagliamo la parte del tubo che dovrebbe piegarsi da tre lati con una sega circolare, piegarlo delicatamente, fissando i bordi in una morsa, quindi saldare tutti i tagli. Macinare i punti di saldatura.

Fissiamo la base del telaio alla fondazione usando i bulloni.

Base del telaio

Fissiamo la base del telaio alla fondazione o alla finitura della piscina con bulloni

Impostiamo gli archi, fissandoli anche con bulloni e dadi (se l’opzione non è separabile, puoi preparare). Distanza tra archi – metro.

Installazione del padiglione

Fissiamo tutti gli archi alla base con bulloni

Tra gli archi fissiamo gli irrigidimenti, alternando poi 2 nervature, quindi 3 per campata.

Montatura su telaio

Prendiamo archi su doppi bulloni per affidabilità

Il telaio finito è trattato con agenti anticorrosivi e verniciato nel colore desiderato.

Rivestito con policarbonato

Contrassegniamo sui fogli di policarbonato (il colore e lo spessore di cui si sceglie) i punti in cui verranno fissati ai tubi e praticare i fori. Dovrebbero essere leggermente più grandi dello spessore delle viti, perché nel policarbonato termico «sta giocando», e ci deve essere scorta per l’espansione.

Rifiniamo il telaio finito con fogli di policarbonato. I fogli sono fissati con viti autofilettanti e le rondelle metalliche (zincate!) Devono essere inserite sotto i tappi per chiudere i fori.

Montatura in policarbonato

I fogli di testa di carbonato dovrebbero trovarsi sul calcio del tubo del profilo

All’interno, fissiamo tutti gli elementi di fissaggio e giunti con un sigillante.

Installazione del padiglione: mastice sigillante

Ingrassare tutti i giunti e gli elementi di fissaggio con sigillante

La base in cemento deve essere isolata su entrambi i lati dell’acqua e dei sedimenti utilizzando finiture decorative con gres porcellanato, piastrelle, ecc..

Tieni presente che più spesso smonti una struttura, più velocemente si consumerà. Quindi pensa se ha senso affittare un padiglione prima di ogni inverno. Ciò è giustificato se solo in inverno il cottage è vuoto e nessuno cancella la neve dal padiglione in caso di forti nevicate..

Padiglione fatto in casa dalla serra? Facile!

logo

Leave a Comment