Tetto

Soffitta sul tetto fai-da-te

Come il modo più semplice ed economico per espandere lo spazio abitativo, possiamo chiamare il dispositivo del tetto attico di una casa privata. Tutto il lavoro non richiede l’uso di attrezzature speciali per l’edilizia e può essere eseguito con le proprie mani, sebbene si dovrebbe tenere presente che questo processo richiede molto tempo. Tuttavia, gli sforzi fatti valgono la pena, perché in soffitta puoi organizzare non solo una palestra o un giardino d’inverno, ma anche salotti: è sufficiente eseguire semplici lavori sul suo isolamento.

Soffitta sul tetto fai-da-te

Design attico: una fase importante e obbligatoria ↑

Al fine di semplificare e accelerare l’installazione di un tetto a mansarda rotto con le tue mani, dovresti prenderti cura in anticipo per creare un progetto dettagliato e competente. Ciò eviterà numerose difficoltà e aumenterà i costi durante la costruzione della soffitta.

Mancia! È necessario determinare in anticipo non solo la forma dell’attico in fase di creazione, ma anche la presenza di elementi aggiuntivi – finestre, un balcone, un camino, ecc..

Il progetto creato per il futuro attico dovrebbe tenere conto di momenti come:

  • la geometria esatta dell’attico;
  • assicurare il funzionamento congiunto di tutti i sistemi di ingegneria e le comunicazioni in casa;
  • materiale da costruzione usato, poiché il dispositivo del tetto a soffitta è più adatto a materiali leggeri;
  • materiale di copertura, che non dovrebbe creare un carico eccessivo sulla struttura della soffitta e dell’intera casa;
  • la necessità di isolare l’attico e il suo riscaldamento.
    Soffitta sul tetto fai-da-te

Indipendentemente dalla forma in cui è prevista la costruzione di un tetto (semplice / multi-livello, timpano / rotto), il progetto è meglio affidato completamente a uno specialista o eseguito in modo indipendente, ma sotto la sua supervisione.

Passaggi per l’installazione della soffitta ↑

La corretta installazione della struttura portante è una garanzia che l’intera struttura dell’attico sarà affidabile e resisterà non solo al proprio peso, ma anche a eventuali influenze esterne – venti, forti piogge e forti nevicate. Pertanto, il dispositivo delle travi del tetto attico deve essere eseguito tenendo conto della zona climatica in cui si trova l’edificio. Il legno di conifere (pino o larice) è tradizionalmente considerato il materiale più ottimale per la fabbricazione di travi per un tetto a mansarda..

Importante! Il contenuto di umidità del legname utilizzato non deve superare il 22%, altrimenti la struttura potrebbe deformarsi durante l’asciugatura.

Dopo aver smantellato il vecchio tetto, puoi avviare il dispositivo Mauerlat sui tetti della soffitta, che è il loro peculiare «fondazione».

Soffitta sul tetto fai-da-te

Mauerlat è installato su due pareti opposte nel caso in cui il tetto eretto sia a due falde e attorno al perimetro, se è previsto un tetto a quattro falde. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al fatto che tutti gli elementi del Mauerlat dovrebbero essere posizionati sullo stesso piano ed essere paralleli e l’angolo tra le sue parti adiacenti dovrebbe essere esattamente di 90 gradi. È inoltre necessario prevedere la presenza di impermeabilizzazione tra la parete portante e lo stesso Mauerlat, e deve essere esso stesso realizzato in legno massiccio, con un numero minimo di nodi.

Prima di iniziare l’installazione delle travi del tetto, devono essere trattati con uno speciale composto ignifugo che protegge il legno da carie e danni da insetti, rendendo difficile l’accensione. Il metodo ottimale di impregnazione è l’ammollo, ma se è impossibile gestire le travi in ​​questo modo, è possibile applicare la composizione con un pennello in più strati, con essiccazione intermedia (1-2 ore / strato).

Installazione del sistema di travi ↑

Indipendentemente dalle dimensioni dei futuri locali, l’installazione del sistema di copertura del tetto a mansarda è piuttosto laboriosa, quindi è più consigliabile assemblare capriate di legno sul terreno e già assemblato per eseguire il loro sollevamento e fissaggio. Innanzitutto, vengono installate due travi estreme, tra le quali viene tirata una cresta (livello). Questo creerà un design perfettamente piatto..

Soffitta sul tetto fai-da-te

La fase di fissaggio delle travi non deve superare i 100-120 cm Al completamento dell’installazione, le travi sono fissate insieme a speciali traverse che forniscono all’attico la rigidità necessaria e allo stesso tempo servono come base per il soffitto all’interno della stanza futura. Se si prevede di installare lucernari sul tetto, nella stessa fase, vengono fornite aperture appropriate nella struttura del tetto. L’area vetrata consigliata per il sottotetto è del 12,5%.

L’angolo delle travi può variare nell’intervallo da 30 a 60 gradi. Quando lo si sceglie, si dovrebbe anche tener conto delle caratteristiche climatiche dell’area in cui si trova la casa. Nel caso in cui il clima della steppa e il tempo ventoso prevalgano sul cantiere, l’angolo di inclinazione può essere ridotto, aumentando così l’area dello spazio abitativo. Se la casa è costruita in una zona boschiva, l’angolo di inclinazione dovrebbe essere aumentato, il che faciliterà una più facile rimozione della neve dal tetto della mansarda in inverno.

La scelta del tornio e il tipo di copertura ↑

Un dispositivo indipendente di un tetto a mansarda a capanna è associato a una scelta piuttosto difficile del tipo di copertura. Poiché non è auspicabile caricare il design dell’attico con un rivestimento eccessivamente pesante, l’uso di piastrelle naturali, come il materiale più pratico e resistente, è praticamente escluso. È anche indesiderabile utilizzare una piastrella metallica, principalmente a causa delle sue caratteristiche di basso calore e isolamento acustico. Pertanto, i materiali più comuni sono ardesia tradizionale o piastrelle flessibili (bituminose).

Le piastrelle flessibili possono essere considerate il materiale più ottimale per un tetto a mansarda, combinando elevate caratteristiche estetiche, costi ragionevoli, facilità di installazione e buone proprietà isolanti. Per la sua installazione, dovrebbe essere fornita una cassa continua. Un materiale eccellente per lei sarà la piastra OSB (3 classi). Se viene selezionato ardesia o altro materiale in fogli, è sufficiente un tornio rarefatto di assi bordate fissate a travi con un passo di 25-50 cm. Va notato che indipendentemente dal tipo di copertura, la costruzione del tetto mansardato con le proprie mani dovrebbe essere accompagnata dal suo isolamento.

Riscaldamento del sottotetto: un passaggio indispensabile per ottenere uno spazio abitativo confortevole ↑

Di norma, il dispositivo del tetto a soffitta, la cui foto è presentata di seguito, è multistrato.

Soffitta sul tetto fai-da-te

Allo stesso tempo, la qualità dell’isolamento della soffitta dovrebbe essere sufficiente a garantire una temperatura normale all’interno della nuova stanza senza un aumento significativo dei costi di riscaldamento. Come riscaldatore, è più razionale usare lana minerale non combustibile (basalto). È disponibile in rotoli o tappetini con uno spessore di 50-100 mm. Per la striscia centrale del nostro paese, lo strato raccomandato è di almeno 200 mm.

Importante! Quando si installa il tetto attico di una casa in legno usando qualsiasi isolamento fibroso, è necessario prendersi cura di una barriera al vapore affidabile – per questo vengono utilizzate membrane speciali.

Nel caso in cui venga utilizzato uno spesso strato di isolamento in basalto, l’attico sarà perfettamente isolato dal calore e dal rumore, poiché la struttura fibrosa della lana minerale smorza perfettamente le vibrazioni del suono. Tra i vantaggi di questo isolamento si possono notare:

  • facilità;
  • incombustibilità;
  • rispetto dell’ambiente;
  • alta densità;
  • costo ragionevole.
    Soffitta sul tetto fai-da-te

La corretta disposizione e installazione del tetto a mansarda, di conseguenza, ti permetterà di creare una struttura composta da cinque strati:

  • lo strato esterno è la copertura selezionata;
  • materiale impermeabilizzante, la cui installazione deve essere eseguita in modo tale che l’umidità dalla stanza possa liberamente «partire» il suo;
  • direttamente uno strato di isolamento termico;
  • membrana barriera al vapore;
  • lo strato interno, che può essere cartongesso, pannello OSB, rivestimento in legno o plastica.

L’installazione del tetto attico fai-da-te, il cui video è presentato di seguito, mostra chiaramente tutte le fasi del lavoro. Nonostante la loro sufficiente complessità, non è ancora qualcosa di impossibile.

Per eseguire il lavoro non è necessario il coinvolgimento di attrezzature da costruzione pesanti o costosi strumenti professionali. Dimostrando la costruzione del tetto della soffitta, il video aiuterà a evitare i tipici errori di auto-costruzione e accelererà l’intero processo più volte.

logo

Leave a Comment